Surico
Elisabetta Surico:
Fabbrica di maccheroni

Dalla locandina del Laboratorio "A’ Meraviglia" di Sorrento, del quale Elisabetta Surico é titolare, si legge: "arte presepiale del ‘700 napoletano ed altri articoli tradizionali in cera d’api e terracotta...interamente fatti a mano". Nel suo laboratorio la miniatura diventa un’arte, tanto da essere stata esposta nelle più prestigiose mostre specializzate nel settore, da Venezia a Palermo, da Torino a Spoleto, da Torre del Greco a Pompei ed a Tesero (TN), fino a Napoli al Maschio Angioino ed ora, finalmente, nello splendido salone della feste di Palazzo Marigliano in Napoli, sede della Soprintendenza Archivistica per la Campania.
Diplomata presso gli Istituti d’Arte di Sorrento e di Venezia, maestra d'Arte dell'Oreficeria, frequentatrice della sezione Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, Elisabetta é oggi scultrice con vaste esperienze nel campo del design, del restauro, della fotografia e delle tecniche pittoriche.
Attraverso i suoi limoni, le sue noci, le sue scene di ricamatrici esporta nel mondo la cultura popolare e contadina della Penisola Sorrentina, mentre con la sua "fabbrica di maccheroni", in esposizione e realizzata per il gemellaggio di Gragnano con Reggio Emilia, ci ricorda l’antica tradizione "pastaiola" del luogo, gettando un ponte ideale tra la cinquecentesca fontana della scenografia ed il prossimo millennio improntato alla più completa tecnologia industriale.

(R.L.)

 

Torna indietro Immagine XL Immagine XXL  
  Immagine JPEG - 640x424 - 176 Kb Immagine JPEG - 1740x1154 - 976 Kb